Supercoppa: l’ultimo “atto” prima di Natale

 

natale esempi bambini ibra roja zenga presidenza blatter platini crozza tecnologia ENS italiane europa league calcio Licenza Uefa ricordo fuorigioco Europa League uefa tifo baggio matematica Napoli MuntariIl Natale è alle porte, le feste anche ma prima che possano cominciare manca ancora un atto che eravamo soliti vedere in estate: la Supercoppa Italiana.

Già, oggi in quel di Doha Juventus e Napoli si sfideranno per quello che possiamo definire il primo trofeo che verrà assegnato in questa stagione, ma anche per l’ultimo dell’anno solare 2014: ultima giornata di dibattiti e polemiche (spero poche) dunque e poi arrivederci al 2015.

In attesa di quest’ultimo atto però vorrei esprimere il mio desiderio “calcistico” per questo Natale: vorrei si placassero le polemiche inutili e sterili (il calcio è pur sempre un gioco, le cose per cui incazzarsi in questo paese – e non solo – sono ben altre ) e svanisse la violenza negli stadi di tutto il mondo, vorrei che il calcio tornasse a far parlare di se solo come sport e non come teatro di violenze, vorrei che questo stesso calcio tornasse ad essere lo sport per famiglie che tanti declamano ed infine vorrei rispetto tra le diverse tifoserie e per i morti (famosi o meno che siano)…

Forse sono vane speranze, ma se è vero, come recita il jingle di una certa pubblicità che “A Natale puoi fare quello che non puoi fare mai…” allora io non smetto di sperare che questo desiderio rientri tra le cose che, a Natale appunto, si possono realizzare…

Perdonatemi ma sono sempre stato abituato a cercare il briciolo di positività anche nelle cose più negative.

Buon Natale a tutti/e

Dimitri Petta

Precedente Ferrero: un uomo, un personaggio Successivo L'ultimo Viperetta 2014 tra auguri e veleno

Lascia un commento

*