Ritorni “storici” – 2: Ferrara e la Serie A

numeri spal ferraraAlcuni obiettivi sono Semplici solo di nome ma non di fatto. ne sanno qualcosa i tifosi della Spal, società calcistica di Ferrara, che hanno visto quest’anno la loro squadra promossa in Serie A dopo 49 anni.

A differenza di quanto detto per la Juventus quindi, a Ferrara è già stata festa grande e tutto grazie alla società, ai giocatori ed al mister Leonardo…Semplici, appunto che durante la prima celebrazione di scorsa settimana, quella in piazza, ha fatto un annuncio sperato ma, nello stesso tempo inaspettato confermando di aver rinnovato il proprio contratto con la società fino al 2019.

Ho parlato di prima celebrazione non a caso perché questa sera, dopo la gara con il Bari, la promozione della società ferrarese sarà celebrata anche dalla Lega Serie B che, sul palco che verrà allestito a fine gara, consegnerà ai biancazzurri la “Coppa Ali della Vittoria” (lo “Scudetto” della Serie B) in caso di prima posizione o il piatto d’argento in caso di seconda posizione.

Ferrara sarà infatti sicura di essere la città capolista della Serie B 2016 – 2017 se:

  • Batte il Bari
  • Pareggia ma il Verona non batte il Cesena
  • Perde  ma il Verona non batte il Cesena

Se il Verona dovesse invece vincere la sua ultima gara e la Spal dovesse pareggiare, il titolo andrebbe ai gialloblù visto il vantaggio veneto negli scontri diretti; stessa sorte in caso di vittoria scaligera e sconfitta estense: in quest’ultimo caso si tratterebbe però di un vero e proprio sorpasso in classifica.

Entrambe le situazioni non toglierebbero comunque l’importanza storica che questa promozione ha per la Spal e per Ferrara.

Dimitri Petta

Precedente Continua la corsa al triplete: niente festa fino a Cardiff Successivo Diritti tv: pronta la "rivoluzione web"?

Lascia un commento

*