Ora lo dice anche il campo: Pepito è tornato

brignoli tornatoDel ritorno di Giuseppe Rossi in Italia ho già parlato, ma l’altro ieri “Pepito” è tornato in campo per la prima volta dopo l’infortunio patito ad Aprile 2017 durante l’ultima esperienza in terra iberica (con il Celta Vigo), giocando circa 18 minuti (recupero incluso) della gara valida per gli Ottavi di finale di Tim Cup tra Juventus e Genoa, vinta per due reti a zero dai bianconeri.

Pochi minuti nei quali il nuovo numero 49 rossoblu ha potuto far vedere che la qualità e la grinta non l’hanno mai abbandonato: i tifosi rossoblu, e non solo, hanno quindi potuto ammirare un assaggio della voglia e delle qualità del classe ’87.

Con riferimento al rigore prima assegnato da Maresca e poi tolto dal VAR al Genoa, voglio solo soffermarmi su un piccolo dettaglio sempre legato al suddetto ritorno in campo: aldilà del fatto che il rigore ci fosse o meno, mi sarebbe piaciuto vedere Rossi, appena tornato in campo, tirare (e magari siglare) il suo primo gol della nuova esperienza italiana, ma per questo di sicuro ci sarà tempo…

Domani intanto il Genoa (che ha ufficializzato oggi il suo inserimento nella lista dei 25 giocatori disponibili in campionato al posto di Raffaele Palladino) ospiterà il Benevento e credo che anche in questa occasione Rossi avrà una manciata di minuti  da sfruttare per continuare il suo percorso di recupero della forma, mostrare le proprie qualità e aiutare il suo nuovo club a risollevarsi dalle zone basse della classifica.

Una considerazione vorrei poi farla su mister Davide Ballardini che conosce l’attaccante classe ’87 dai tempi delle giovanili del Parma (2002 – 2004) ed ha dimostrato nuovamente di saper valutare bene le condizioni di ogni singolo elemento a sua disposizione.

Detto questo… Forza Pepito.

Dimitri Petta

Il calcio a ruota libera è anche su Facebook: https://www.facebook.com/ilcalcioaruotalibera

 

Precedente Tim Cup: Derby "festivi" e non solo... Successivo Hamsik supera Maradona: i numeri però...

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.