Parole ad minchiam: Mihajlovic,le donne nel calcio e Zamparini

Montella mihajlovic Mandzukic De Rossi Parole Ballardini Sorrentino mancini parole importanti massimo ferreroNon saprei come altro definire le parole dell’ex tecnico del Milan, Sinisa Mihajlovic, nei confronti delle donne che parlano di calcio e nello specifico riferite ai commenti fatti sul suo esonero da Melissa Satta nel corso dell’ultima puntata di Tiki Taka ( “Sono convinta che Brocchi porterà una serenità e una tranquillità che è difficile trovare in un altro allenatore” le parole della showgirl)

Le parole cui faccio riferimento sono state pronunciate durante l’intervista rilasciata dallo stesso Mihajlovic a Valerio Staffelli in occasione della consegna del Tapiro d’oro “motivato” dall’inviato di Striscia la notizia con l’esonero del serbo “in favore” di Cristian Brocchi: “Non sono razzista però penso che le donne non dovrebbero parlare di calcio perchè non sono adatte a parlare” ha detto il serbo.

Il mister tra l’altro non è nuovo a polemiche con donne che parlano di calcio visto che gli era successo di prendersela, in maniera più diretta, anche con Micaela Calcagno “rea” di avergli chiesto il perchè di una sua scelta.
In quest’ultimo caso, forse, Mihajlovic era preso dalla tensione post partita e si è sentito “toccato” nell’orgoglio di allenatore, ma niente può giustificare a mio avviso la mancanza di rispetto che con quel tono e quelle parole il tecnico ha avuto nei confronti di una professionista che stava svolgendo il suo lavoro. In quello stesso caso bisogna riconoscere però che l’errore è stato da lui riconosciuto ed ha porto le dovute scuse.

Altre “Parole ad minchiam”, questa volta così definite in tono ironico, Mihajlovic le ha poi dette in relazione a Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, che secondo il serbo è “Uno dei pochi che capisce di calcio” anche se ha detto di non sapere “Se capisce di allenatori”

Alla luce di tutto questo mi viene da pensare: “Beh, Sinisa forse non sarà razzista, ma un po’ maschilista pare proprio di si…”

Qui il video della consegna “galeotta”

Dimitri Petta

Precedente Calcio "ignorante": quando la rivalità porta all'esagerazione Successivo #iostoconPerin: Latina e tifosi rispondono al calcio "ignorante"

Lascia un commento

*