Palermo: svelato il nome della società che rileva le azioni, ma…

aquile Skype palermo zamparini baccaglini società 2016 caso Integritas CapitalRispettando le tempistiche poste durante la presentazione del nuovo progetto Palermo, comunico che la Società che acquisirà il 100% delle azioni del Palermo sarà YW&F Global Limited.

La struttura creata si adeguerà alle normative federali vigenti relative ai passaggi di proprietà onde permettere l’esecuzione del contratto a fine mese.

 

Paul Baccaglini 

Con questo comunicato, apparso sul sito ufficiale del Palermo il nuovo presidente rosanero ha ufficializzato il nome degli acquirenti rappresentati nella trattativa con l’ex patron Zamparini dalla “sua” Integritas Capital: tutto nei tempi e con una chiarezza che dovrebbe far svanire ogni dubbio sulla serietà del fondo di investimento anglo americano del quale l’ex iena fa parte, ma ne può far nascere altri.

Viene infatti da chiedersi: di che società si tratta? Personalmente non ho trovato molte informazioni a riguardo ma, secondo quanto riportato dal sito Forzapalermo.it ,dovrebbe trattarsi di una società nata ad hoc, quasi certamente straniera che completerà l’acquisizione tramite una società di scopo, avente l’obiettivo veicolare attività cedute da terzi.

Tutto questo, a differenza di quanto il comunicato porterebbe a pensare, sembra dare ben poca chiarezza rappresentando a prima vista uno schema in cui è presente una società controllante ed una società di scopo, per l’appunto, che servirà per lo svolgimento della trattativa: la situazione attuale  porta i tifosi a dividersi quindi tra scettici (che “denunciano” la suddetta mancanza di chiarezza) ed ottimisti (che invece fanno notare come l’acquisizione delle società di calcio da parte di fondi d’investimento creati ad hoc per rilevarne il pacchetto di maggioranza in Inghilterra o in Spagna sia ormai una prassi che negli ultimi tempi si sta seguendo anche in Italia).

Aldilà delle opinioni, quel che è certo è che tra 11 giorni dovrebbe avvenire il closing definitivo ed ogni dubbio (compresi quelli possibili relativi alla reale natura del nome: da intendersi nel senso italiano di S.r.l. o no?) dovrebbe dissiparsi… sperando che non si debbano allungare i tempi come accaduto al Milan.

Dimitri Petta

Precedente L'aeroplanino vola: è già un Milan da record..."ai punti" Successivo Champions League: una "poltrona" per quattro

Lascia un commento

*