Napoli – Juventus: la sfida regina del trentesimo turno, perchè…

regina del commissario var boxing day serie a tecnologia salvezza campionato carpi inizio panchine genitori weekend tim novità capolista giovane abbandono 18 squadre favole regina disabili Moviola testata rosa pesi terzaNapoli – Juventus (Domenica 2 Aprile, ore 20:45), come ho già avuto modo di dire, è la partita regina del trentesimo turno di questo campionato di Serie A  e questo non solo per la distanza in classifica tra le due squadre (10 punti che i partenopei sperano di poter ridurre a 7, facendo un possibile ed involontario favore alla Roma che, Sabato alle 20:45 ospitando l’Empoli, potrebbe accorciare da 8 a 5 le lunghezze dalla capolista ndr).

Questa è infatti la sfida tra i due migliori allenatori della scorsa stagione, Maurizio Sarri e Massimiliano Allegri e, per quest’ultimo,può anche definirsi uma partita “da ex”: pur non essendosi mai seduto sulla panchina napoletana in carriera, infatti, l’attuale tecnico bianconero vanta 7 presenze da calciatore con la maglia dei partenopei dal Dicembre 1997 all’estate 1998, quando passò al Pescara.

Questa, però, è anche la sfida tra due tifoserie storicamente rivali, tra due società storiche del nostro calcio accomunate, volenti o nolenti, nel bene e nel male, da un nome facente parte del passato dei partenopei e del presente dei biamconeri: Gonzalo Higuain.

Il Pipita non può non essere uno dei fattori che portano a definire “regina” del turno questa sfida: capocannoniere della Serie A in maglia azzurra con 36 gol in 35 presenze nella scorsa stagione (la terza in Italia per lui, ndr), questt’anno non sta riuscendo a ripetersi collezionando finora (alla prima esperienza in bianconero) solo 19 gol in 29 presenze.

Questo confronto parrebbe poter permettere ai partenopei sonori sfottò alla regina del campionato ed al suo bomber, ma a ben vedere Higuain nella prima esperienza partenopea (Serie A 2013 – 2014, ndr) riuscì a collezionare “solo” 17 gol in 32 presenze: quindi il confronto tra le sue “prime esperienze” in Serie A è già a favore dei bianconeri.

Sono solo numeri e curiosità, questo è vero, ma sono dati certamente importanti per capire quanto sia davvero interessante questa sfida.

Dimitri Petta.

Precedente Viareggio Cup - Sassuolo, buona la prima: la vittoria è di rigore Successivo Steaua Bucarest: importante cambiamento per lo storico club rumeno

Lascia un commento

*