Genoa – Atalanta: è sfida tra ex… in panchina

sfida malagò natale esempi bambini ibra roja zenga presidenza blatter platini crozza tecnologia ENS italiane europa league calcio Licenza Uefa ricordo fuorigioco Europa League uefa tifo baggio matematica Napoli Muntari2017: dici Genoa – Atalanta e subito il pensiero va al ritorno di Gian Piero Gasperini, attuale tecnico dei bergamaschi, al Ferraris da avversario del club allenato prima dell’approdo a Bergamo.
Un ennesima partenza, quella del tecnico di Grugliasco dalla panchina del Genoa, tra amore e contrasti con la tifoseria e tutto l’ambiente rossoblu.
Quello appena fatto è un collegamento facile, giusto, ma non l’unico valido per questa sfida del trentesimo turno del campionato di Serie A 2016 – 2017, che avrà luogo allo Stadio Luigi Ferraris di Genova questa Domenica (2 Aprile 2017) alle ore 15.

Genoa – Atalanta è infatti una sfida che potremmo definire “particolare” anche per il mister attualmente seduto sulla panchina rossoblu, Andrea Mandorlini: l’allenatore ravennate, infatti, ha conquistato la sua prima promozione dalla Serie B alla Serie A proprio alla guida dell’Atalanta nella stagione 2003 – 2004, prima di essere esonerato nella stagione successiva a causa degli scarsi risultati oottenuti nelle 14 partite di Serie A svolte in nerazzurro (7 pareggi e 7 sconfitte e relativo ultimo posto in classifica a 6 punti dalla zona salvezza – peggior gestione nella massima serie per la società orobica, ndr) e sostituito da Delio Rossi (altro ex mister del Genoa).

Molte le differenze tra la gestione Gasperini e quella Mandorlini in terra orobica quindi a partire dalla presidenza (dal 1994 la proprietà e la presidenza del club orobico sono passate alla famiglia Ruggeri mentre, dal 2010, le stesse sono tornate alla famiglia Percassi dopo la prima esperienza durata dal 1990 al 1994, ndr) e continuando con i risultati (l’Atalanta di Gasperini è infatti in lotta per un posto in Europa League, ndr).

Qualche analogia in più si potrebbe invece trovare tra l’ultima esperienza rossoblu del tecnico piemontese e l’attuale esperienza del tecnico di Ravenna: in primo luogo la dirigenza non è cambiata ma, anzi, sembra essere diventata il principale obiettivo delle contestazioni di parte della tifoseria rossoblu (prima invece la contestazione sembrava essere maggiormente suddivisa ed includere anche lo stesso Gasperini, ndr).

Tutti questi spunti rendono particolarmente interessante, dal punto di vista statistico ma anche emotiivo, la sfida tra Genoa e Atalanta: un interesse che, per questa giornata di campionato, è, a mio avviso, secondo solo a quello per la sfida tra Napoli e Juventus in programma lo stesso giorno alle 20:45.

Dimitri Petta

Precedente Premier League: attualmente è un Conte da record Successivo Viareggio Cup - Sassuolo, buona la prima: la vittoria è di rigore

Lascia un commento

*