FIGC: frasi dubbi ed ipotesi

federali Tavecchio Prandelli impegni stage dubbi italia di Conte Carlo Tavecchio paletta codice Nazionale guidolin bonucci europeo under 21 venturaDopo che il Presdente della Lazio, nonchè Consigliere FIGC, Claudio Lotito aveva dichiarato in risposta ad una polemica “lanciata” dal centrocampista della Roma e della Nazionale Daniele De Rossi in merito alla continua presenza del primo al seguito degli Azzurri (“Come ha detto il mister, cerchiamo di parlare il meno possibile del discorso politico. Poi ci sono miei fastidi personali, non vuol dire che siano di tutto il gruppo. Io preferisco avere meno gente possibile dentro agli spogliatoi e intorno alle zone di calcio. Mi dicono che è giusto che alcuni di questi consiglieri stiano lì, ho visto che sono 21: speriamo che non vengano tutti e 21 sennò non ci entriamo più sul pullman” ) di non essere solo un Consigliere Federale ma molto di più, io (ma credo non solo io) mi sono chiesto cosa avesse voluto intendere con tale frase ed ero persino arrivato a pensare cose quasi assurde legate alla carica di Lotito ed a quella del presidente FIGC Carlo Tavecchio (Lotito reale presidente o rappresentante dei reali “poteri forti”?).

Di certo quell’uscita non è stata delle migliori, specialmente visto che è stata fatta da un rappresentante delle istituzioni del calcio italiano, ma tutte queste ipotesi malsane si erano poi via via affievolite nella mia testa sino a sparire totalmente, almeno sino ad oggi quando, tramite un’ANSA, sono venuto a conoscenza delle dichiarazioni rilasciate a Sportitalia dal “concorrente” di Tavecchio nelle ultime elezioni FIGC, Demetrio Albertini.

(ANSA) – TRIESTE, 7 NOV – Nel calcio italiano comanda più Tavecchio o Lotito? “Io credo Lotito”, ha detto Demetrio Albertini in un’intervista a Sportitalia. “Lotito ha il suo modo di fare, il suo modo di essere che è esuberante. Porta avanti le sue idee. Ne ha tutto il diritto, ma dovrebbero essere quelle di tutti e non solo le sue”, ha proseguito. Quanto a Tavecchio e alle squalifiche internazionali per la frase razzista, “tutti sapevano quello che sarebbe successo, eppure è stato votato”.

Dopo aver letto queste parole i dubbi sono tornati ma a quelli di cui sopra se n’è aggiunto un’altro: e se, aldilà delle dichiarazioni riguardanti il solo Tavecchio, le parole dette su Lotito fossero il frutto di una “ferita” che ancora brucia all’ex presidente del Club Italia?

Domande,dubbi, ipotesi che forse sono destinati a rimanere senza risposte ufficiali, ma intanto vi chiedo: voi che ne pensate?

Dimitri Petta


Precedente Asia-Italia: “nuovo” asse del calcio (p.2) Successivo Ad ogni stadio il proprio nome

Lascia un commento

*