Continua la corsa al triplete: niente festa fino a Cardiff

mole granata primato pessotto buffon outsider mattiello juventus vecchiaDopo aver battuto per 2 reti a 0 la Lazio nella finale di Coppa Italia, sul campo si è festeggiato eccome ma i giocatori della Juventus dovranno accontentarsi di quella festa almeno fino al 3 giugno.

Già da qualche giorno prima della gara disputata ieri all’Olimpico, infatti, la società bianconera aveva comunicato che, anche in caso di Scudetto conquistato Domenica nell’impegno casalingo con il Crotone, non si sarebbe svolta la tradizionale festa con pullman scoperto pronto a girare per le strade della città della Mole: questo per mantenere la concentrazione in vista dell’ancor più importante impegno che attende i bianconeri tra due settimane in quel di Cardiff contro il Real Madrid.

A questo punto l’obbiettivo sembra chiaro: fare festa per uno storico Triplete come capitato all’Inter di Mourinho nella stagione 2009 – 2010.

Questo mi fa pensare che tutte le voci su una Juventus arrendevole domenica siano da escludere almeno per un paio di motivi: in primo luogo perché vincendo lo Scudetto questa settimana, Allegri e i suoi avranno una settimana in più per concentrarsi sull’obbiettivo continentale dove poi rendere l’eventuale festa ancora più speciale; in secondo luogo perché la formazione vista in campo ieri sera era ovviamente piena di riserve(se così possiamo chiamare i non titolari bianconeri… io li chiamerei, per la loro qualità, titolari – bis): le grandi in Coppa Italia ci hanno quasi sempre abituato a questo, figuriamoci una Juventus che, oltre alla Coppa Italia, ha altri due obiettivi da raggiungere in pochi giorni.

Questi ultimi sono semplici ragionamenti personali (sarà il campo a dover dare il verdetto finale) che portano ancora di più a sostenere, come ho avuto modo di dire ieri, che la contemporaneità era necessaria sin da questa giornata: secondo quanto ho letto in giro, invece, Federazione e Lega avrebbero negato questa eventualità…

Il campo dovrà quindi dirci se la separazione delle gare di Juventus, Roma e Napoli  potrà davvero influire sulla lotta Scudetto…. e su quella retrocessione.

Dimitri Petta

Fonte news: Sportmediaset

Precedente Campionato da decidere: serve la contemporaneità Successivo Ritorni "storici" - 2: Ferrara e la Serie A

Lascia un commento

*