Conte,Tavecchio e le nubi Federali

federali Tavecchio Prandelli impegni stage dubbi italia di Conte Carlo Tavecchio paletta codice Nazionale guidolin bonucci europeo under 21 ventura

Nei vari settori Federali del calcio italiano il “meteo” è tutt’altro che positivo ed i protagonisti portatori di nubi sono, ognuno per un motivo suo, Antonio Conte e Carlo Tavecchio. Ma se dal ct arrivano avvisaglie di tempo variabile (prima smentisce le possibilità di dimissioni da CT, poi giustifica l’annullamento dello stage con le seguenti parole:“E’ saltato perché alla fine, per farlo, avrei dovuto dare le pettorine ai miei collaboratori. Chiamare giocatori di B significava sminuire il prestigio della Nazionale. Allora ho fatto un passo indietro, sperando di farne due in avanti la prossima volta”, ndr), le ultime parole di Tavecchio potrebbero scatenare un vero polverone, un temporale che ogni tanto ritorna, dovuto a una perturbazione del 2006 chiamata Calciopoli

Secondo il massimo esponente degli organi federali, infatti “La Juve sul campo era nettamente la più forte, di scudetti ne ha vinti 32″. No, non sono impazzito, l’ha detto veramente in un’intervista a Repubblica ed ha fortunatamente aggiunto “La squadra non ha rubato nulla e non avrebbe avuto bisogno di certi magheggi, lo dico da vecchio interista – ha aggiunto – Ma la sentenza di calciopoli è legge e siamo qui per farla rispettare. Il 23 marzo la Cassazione scriverà la parola fine su Calciopoli: la causa della Juve è temeraria e, vedrete, sarà la Figc a chiedere i danni”.

Dico “fortunatamente” perchè sono convinto che se si fosse fermato alla prima parte delle dichiarazioni più che ad un temporale passeggero avremmo forse assistito ad un vero e proprio Tornado, cosa della quale di certo il nostro calcio non ha affatto bisogno visto che, probabilmente, in questo cielo nvoloso uno spiraglio di sole c’è e si chiama “Goal Line Technology”

A tal proposito Tavecchio ha dichiarato oggi che “I club hanno messo all’ ordine del giorno dell’assemblea del 13 questo tema. L’insediamento della gol line technology è una situazione in dirittura d’arrivo. Credo che venerdi prossimo sapremo se ci doteremo di questa tecnologia. Da quello che vedo andrà a carico dei club ma la federazione parteciperà. Poi decideremo sugli arbitri di porta, cercheremo di capire se vale la pena tenerli oppure no”.

Insomma, tra tante nubi federali, forse il vento della “rivoluzione” inizierà a soffiare a breve…

Dimitri Petta

Precedente E Tavecchio "scoprì" la tecnologia Successivo Sponsor sulle maglie: tra polemiche e possibili soluzioni

Lascia un commento

*