Cassano: (in)certezza sul futuro?

cassano tapiro futuro quagliarella sampdoria,ferrero,viperetta,decaduto viperetta soluzione dejà gufata genova sport stadio direttiva coincidenze“Mi sto allenando praticamente tutti i giorni. Per due anni di fila mi e’ mancato il ritiro, ma penso di aver dato il mio contributo (due gol e otto assist) e questo mi fa capire di poter essere ancora decisivo. Ma non posso essere contento perche’ troppe partite le ho viste dalla panchina e non tutte le ho capite. Vado per i 34 anni, quando saro’ a fine carriera saro’ il primo ad alzare la mano. Ora, no” queste parole di Antonio Cassano, attualmente alla Sampdoria, a “Il Secolo XIX” sembrano riaprire il discorso sul suo futuro che sembrava essere definito dopo il reintegro in rosa post litigata con l”avvocato Romei.

Cassano, infatti, pur chiarendo che lui vede il suo futuro alla Samp e che spera che la suddetta lite non influisca sulle scelte societarie nei suoi confronti, ha voluto chiarire la sua posizione nei confronti dei due allenatori avuti in stagione (“Con Zenga ho avuto un rapporto normale, lui non mi vedeva. Pero’ sono onesto, ci siamo salvati con i suoi punti. Con Vincenzo (Montella, ndr) c’e’ un rapporto di amicizia e stima che dura da 15 anni, mai ci saranno problemi. Eravamo d’accordo che una volta salvi io gli avrei posto delle domande e lui mi avrebbe risposto perche’ un altro campionato cosi’, due dentro, due fuori, due spezzoni, non lo posso fare”) e della dirigenza (“Quando li sentiro’ diro’ quel che penso, se ci sara’ condivisione bene, altrimenti vedremo cosa fare. Mi aspetto che non ci sia prevenzione verso di me e di poter partire alla pari con gli altri e chi e’ piu’ bravo gioca. Se e’ cosi’ ne gioco 38, se mi dicono ‘Se…’, ‘Ma…’ allora non mi quadra”).

Parole contrastanti che di certo non fanno chiarezza assoluta sul futuro del barese che dovrà attendere le decisioni della dirigenza e quelle del mister, che sia Montella o no.

Pare infatti che la strada della Nazionale non sia ancora totalmente chiusa. Sempre secondo il quotidiano genovese infatti i rallentamenti nella trattativa FIGCVentura (che nonostante la separazione dal Torino non ha rescisso il contratto coi granata) potrebbe riaprire le altre strade tra cui vi è anche quella dell’ex aeroplanino che con Cassano ha, come detto dallo stesso FantAntonio, un rapporto che vs oltre il campo: se Montella dovesse essere la scelta di Tavecchio (scelta per la quale è stata smentita ogni voce di interventi da parte del premier Matteo Renzi), allora il futuro di Cassano alla Samp potrebbe ancor più definirsi incerto.

Dimitri Petta

Precedente Lanciano,deferimento arrivato: e ora? Successivo Pensieri rossoblù - 1: Gasperini e l'esonero "sulla carta"

Lascia un commento

*