Brignoli “strega” il Diavolo entrando nella storia

brignoliChe un portiere segni un gol è cosa rara nel mondo del calcio ed ancor più raro è che a riuscirci sia un portiere italiano: è quindi normale che quando ciò accade il calciatore in questione entri nella storia.
Nel caso di Alberto Brignoli, portiere classe 1991 in forza al Benevento dove è arrivato in prestito dalla Juventus, l’entrata nella storia è stata “doppia” (se non “tripla”), ma andiamo con ordine…

LA PRODEZZA DI ALBERTO BRIGNOLI

Lunch match del 3 Dicembre 2017, Benevento – Milan, gara valida per il quindicesimo turno della Serie A TIM 2017/18: una gara che sembrava destinata a segnare l’ennesima sconfitta dei campani e la prima vittoria all’esordio sulla panchina rossonera per Gennaro Gattuso, subentrato a inizio settimana a Vincenzo Montella, ma così non è stato…

Nell’ultimo dei cinque minuti di recupero della ripresa sul risultato di 2 a 1 per gli ospiti, il direttore di gara, Maurizio Mariani, assegna ai padroni di casa un calcio di punizione da battere alla sinistra dell’area rossonera e proprio dal cross partito in quell’occasione è arrivata la precisa palla che Brignoli, appositamente salito, è riuscito a colpire di testa stregando tutti (Donnarumma compreso) e regalando agli Stregoni il pareggio.

LE CONSEGUENZE STATISTICHE DEL GESTO DI BRIGNOLI

Dal punto di vista personale, Alberto Brignoli. secondo quanto riferito dal sito di Sky Sport, è diventato il quarto portiere italiano a segnare un gol: prima di lui ci erano riusciti solo Rampulla (ai tempi della Cremonese, in Serie A nel 1991/1992), Taibi (ai tempi della Reggina, in Serie A nel 2000/2001) e Amelia (ai tempi del Livorno, in Coppa Uefa nel 2006/2007).

Dal punto di vista della squadra, il gol di Brignoli ha regalato il primo punto in assoluto della sua storia al Benevento, ha sfatato il “mito” dell’allenatore subentrato e vincente ed ha fatto in modo che, come una pagina Facebook non ufficiale dedicata alla società biancorossa ha fatto notare, il Carpi non fosse più l’ultima squadra a non aver battuto il Benevento (dato che, pur non arrivando direttamente dal Carpi, è stato confermato dalla società).

Statistiche a parte, i miei complimenti ad Alberto Brignoli ed al Benevento per il risultato ottenuto.

Dimitri Petta

Il calcio a ruota libera è anche su Facebook: https://www.facebook.com/ilcalcioaruotalibera

Precedente Calcio femminile: un'occasione da sfruttare Successivo Bentornato Pepito: Rossi riparte da Genova

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.