Viareggio Cup – Sassuolo, buona la prima: la vittoria è di rigore

rigore Viareggio CupE’ finita pochi minuti fa la 69^ edizione della Viareggio Cup vinta, per la prima volta nella sua storia ed ai calci di rigore (4 a 2 dal dischetto dopo il 2 a 2 maturato tra tempi regolamentari e supplementari) dal Sassuolo contro l’Empoli.

I calci di rigore sono stati, in questa edizione del torneo, sempre decisivi per i neroverdi visto che anche agli ottavi di finale (7 a 6 dal dischetto dopo l’ 1 a 1 dei tempi regolamentari e supplementari contro la Fiorentina), ai quarti di finale (9 a 8 dagli undici metri dopo l’ 1 a 1 dei tempi regolamentari e supplementari contro l’Inter) ed in semifinale (5 a 4 ai rigori dopo lo 0 a 0 dei tempi regolamentari e supplementari contro il Torino) il cammino è continuato grazie ad essi.

L’Empoli, seconda classificata, non si è invece mai dovuta affidare ai calci di rigore per arrivare all’atto conclusivo di questo torneo battendo rispettivamente il Milan agli ottavi di finale (1 a 0),  la Spal ai quarti di finale (1 a 0) e il Bruges in semifinale (3 a 0) ma a causa di questa finale ha perso la possibilità di veder salire a 2 le proprie vittorie nel torneo giovanile (la prima fu nel 2000 quando sconfissero in finale per 2 a 1 la Fiorentina, ndr): anche in quell’occasione gil Azzurri non si sono mai affidati ai rigori, “sfiorati” solo in semifinale quando batterono, grazie al Golden Goal, l’Inter per 3 a 2.

Calci d rigore o no, il Sassuolo entra nella storia della Viareggio Cup e questa edizione del torneo è diventata, grazie ai neroverdi, a suo modo storica.

Arrivederci Viareggio Cup, al prossimo anno quando avrai… settanta anni.

Dimitri Petta

 

Lascia un commento

*