VAR: limitare l’utilizzo e placare le polemiche

var caos essere altra bilanci sto Moggi facile ignorante campo quelloNeanche il tempo di fare la sua comparsa nel nostro calcio che subito la VAR ha suscitato le prime polemiche: da una parte i tifosi che la vedono utilizzare solo con alcune squadre e non con altre e vedono in questo (già dalla seconda giornata) una disparità, dall’altra un campione del mondo come Gianluigi Buffon che, dopo la gara vinta dalla sua Juventus contro il Genoa, ha sostenuto che l’utilizzo della nuova tecnologia sia eccessivo.

Personalmente concordo con l’estremo difensore, le cui parole erano state inizialmente mal interpretate e mal riportate: se è vero che la nuova tecnologia può essere utilizzata solo per determinate situazioni e che dovrebbe essere utilizzata solo in determinati “gravi” casi, allora l’utilizzo visto in queste prime giornate o, volendo, anche nella sola partita tra i rossoblu liguri ed i bianconeri piemontesi potrebbe essere considerato eccessivo.

Soffermandoci sul caso specifico sopra citato possiamo infatti notare che in occasione di entrambi i tiri dagli undici metri concessi, rigorosamente post VAR, dal direttore di gara, l’utilizzo di tale tecnologia poteva tranquillamente essere evitato per varie motivazioni:

  • Nel caso del rigore concesso al Genoa al 7′ del primo tempo sul risultato di 1 a 0 per i rossoblu, poi trasformato da Galabinov, anche se l’arbitro poteva avere difficoltà a vedere il contatto falloso, l’assistente più vicino poteva a mio avviso tranquillamente vederlo.Il caso di specie merita poi l’apertura di una parentesi:  solo da un fermo immagine sono riuscito a notare che c’era un iniziale fuorigioco dei rossoblu, ma considerando quanto la posizione irregolare fosse millimetrica, l’errore umano è in questo caso comprensibile, inoltre non mi risulta che la VAR possa essere usata per i fuorigioco, quindi ogni polemica in tal senso è a mio avviso più superflua del suddetto utilizzo disposto dal signor Banti.
  • Nel caso del rigore concesso alla Juventus al 45’+3 del primo tempo sul risultato di 2 a 1 per i rossoblu credo invece semplicemente che il braccio largo che ha portato alla decisione fosse visibile ad occhio nudo e, se polemica si voleva fare (ma non l’avrei comunque capita) ci si poteva attaccare alla distanza tra tiratore e “ricevitore”.

In conclusione, a mio avviso la VAR dovrebbe essere utilizzata, nei limiti del regolamento, solo per i casi davvero dubbi e, per evitare polemiche sterili in merito, tutti noi tifosi dovremmo informarci meglio sui casi in cui il direttore di gara può decidere per l’utilizzo della suddetta novità tecnologica ed aspettare metà stagione (se non fine stagione) per lamentarci di eventuali disparità, il campionato è appena iniziato.

Dimitri Petta

Precedente Non è tempo di pronostici, anche se... Successivo Cessione societaria? Meglio fuori calciomercato

Lascia un commento

*