Valzer estivo delle panchine: il cerchio non si chiude

valzerCalcio d’estate vuol dire tante cose: alcune periodiche a seconda degli anni (basti pensare a Mondiali, Europei, Olimpiadi o Competizioni giovanili di Uefa e Fifa), altre annuali: tra queste ultime ci sono senza dubbio il calciomercato ed il (vero o presunto) valzer delle panchine.

Non posso non riferirmi, in questo caso, al valzer che ha interessato la parte giallorossa della capitale, la parte nerazzurra di Milano, Firenze e Sassuolo (o, se vogliamo riferirci agli stadi, Reggio Emilia): un vero e proprio cerchio destinato, suo malgrado, a non chiudersi. Ma andiamo con ordine…

Il valzer parte da Trigoria dove, oltre che all’arrivo del nuovo direttore sportivo (l’ex Siviglia, Monchi) ed all’addio, da giocatore giallorosso del Pupone (alias Francesco Totti) la tifoseria ha dovuto assistere all’addio di Luciano Spalletti, sostituito ufficialmente ieri da un ex calciatore dei : Eusebio Di Francesco (ex tecnico del Sassuolo ma sul punto ritorneremo…) che avrà l’obiettivo di confermare, se non migliorare, quanto di buono fatto dalla sponda giallorossa del Tevere in questi anni e di farlo valorizzando anche giovani promesse, così come fatto in neroverde.

L’ex tecnico giallorosso, dal canto suo, ha firmato un biennale con l’Inter di Suning avendo come obiettivo quello del ritorno nerazzurro in Champions League e per raggiungere questo risultato avrà al suo fianco un altro ex giallorosso come Walter Sabatini, nuovo coordinatore dell’area tecnica dei due club del gruppo asiatico (Jiangsu Suning e, appunto, Inter): ma che ne è degli ultimi tecnici nerazzurri?

Stefano Vecchi, traghettatore delle ultime partite 2016 – 2017 della Prima Squadra, è tornato a guidare la Primavera con la quale ha conquistato lo Scudetto di categoria mentre Stefano Pioli, predecessore di Vecchi, ha trovato l’accordo come sostituto di Paulo Sousa sulla panchina della Fiorentina: l’obiettivo credo che in questo caso sarà la conferma Europea e, perché no, il miglioramento di quanto fatto dal portoghese.

Ho parlato di valzer delle panchine ma anche di cerchio che non si chiude ed il perché è presto detto, anzi riassunto, da questo schema:

Di Francesco (Sassuolo – Roma)  – Spalletti (Roma – Inter) – Pioli (Inter – Fiorentina) – Sassuolo (?): il cerchio non si può chiudere perché a Sassuolo, salvo sorprese, non andrà Paulo Sousa destinato, secondo le ultime voci, a tornare in patria.

Chi andrà a Sassuolo? Ci saranno altri cerchi delle panchine da chiudere? Abbiamo tutta un’estate per scoprirlo…

Dimitri Petta

Precedente Ranieri,Nantes e la regola (quasi) incomprensibile Successivo Ranieri - Nantes: spunta il "terzo incomodo"

Lascia un commento

*