Serie A a 18 squadre? Perchè no…

18 squadre favole regina disabili Moviola testata rosa pesiL’ipotesi di un ritorno alla Serie a a 18 squadre è sempre argomento di attualità per il calcio italiano ma, quasi sempre, questa stessa ipotesi viene smontata o giudicata inapplicabile da uno o più diretti interessati.

L’ultimo intervento in tal senso si è registrato proprio nella giornata di oggi, dato che il presidente della FIGC, Carlo Tavecchio, ha dichiarato ai microfoni di “Radio Anch’Io Sport” su Radio 1 Rai di pensare che  dire in questo momento alle squadre di Serie A di diminuire da 20 a 18 sia un’utopia. e che si dovrebbe invece lavorare sui campionati inferiori e sulla comprensione della loro reale importanza da parte delle squadre della massima serie.

Riflettendo sulle parole pronunciate dal numero 1 del calcio italiano, mi chiedo innanzitutto se sia davvero utopia un “ritorno al passato” per la Serie A, o se invece nel pensare questo non si stia valutando solo l’innegabile lato negativo che una scellta di questo tipo potrebbe portare (una riduzione delle squadre comporterebbe una riduzione delle partite e dei possibili introiti) senza valutarne i lati positivi.

Credo infatti che a fare da contraltare al fattore sopra esposto, in caso di ritorno alla Serie A a 18 squadre, si avrebbero più lati positivi a cominciare dall’aspetto organizzativo: meno partite porterebbero ad una riduzione (se non eliminazione) dei turni infrasettimanali ed a una conseguente più agevole gestione del calendario in caso di partite da recuperare (quest’anno, tra maltempo e Supercoppa, sono già quattro i match soggetti a sospensione, rinivo o posticipo) o bisogno di stage per la Nazionale.

Inoltre, nello stesso intervento, Tavecchio ha parlato dell’ipotesi di giocare partite della Serie A durante le festività natalizie ed a Ferragosto (sulla falsa riga del Boxing Day inglese), in primo luogo escludendo la possibilità di giocare nei giorni delle feste comandate (Natale, Capodanno e la Befana) ed il 15 di Agosto (ipotesi nata per favorire la Nazionale) ma aprendo ai giorni ad essi limitrofi: su questo punto potrei essere parzialmente concorde, poichè avrei qualche dubbio, dal punto di vista dei tifosi, sull’ipotesi estiva dato che, per molti tifosi, essa andrebbe a coincidere con le vacanze.

Dimitri Petta

Lascia un commento

*