Roma – Samp e lo striscione “rifiutato”

pirozzi striscioneDi polemiche sui controlli all’ingresso degli stadi ne ho lette davvero tante, alcune delle quali riferite a striscioni più o meno offensivi, ma che uno striscione “solidale” venisse rifiutato (anzi addirittura sequestrato) proprio non me lo aspettavo.

Se si segue il buon senso, si potrebbe pensare che sia una bufala ma, vista la fonte, non credo proprio che sia così: ho infatti appreso questa notizia dalla pagina Facebook di Cristiano Militello, inviato – curatore di “Striscia lo Striscione” rubrica del tg satirico di Canale 5 “Striscia la notizia”

Il comico – attore – conduttore toscano, come potete vedere, ha condito la notizia con un commento che completerei con un’ulteriore domanda che, forse, altro non è se non la traduzione o la logica conseguenza del post qui sopra: che senso ha non far passare questo striscione se poi in questi anni sono stati fatti passare striscioni ed oggetti molto più offensivi o pericolosi?

Non dico di far passare tutto, ci mancherebbe altro, ma credo sarebbe molto più logica, rimanendo nell’ambito degli striscioni, una maggiore attenzione al contenuto degli stessi piuttosto che (ad esempio) alla loro lunghezza o ad altro: perchè striscioni come questo credo debbano essere il punto di partenza per far tornare il calcio al senso di sportività e fratellanza che, a mio avviso, gli compete e che troppo spesso si perde nella rabbia e, nei casi peggiori, nella violenza (quella si che sarebbe da non far entrare allo stadio).

Concludo manifestando la mia sentita vicinanza agli abitanti dei territori colpiti dal terremoto ed ai familiari delle vittime dello stesso nonché ai familiari della vittime della slavina che ha colpito l’Hotel Rigopiano.

Dimitri Petta

Lascia un commento

*