Italia: (Quasi) tutti felici e contenti

 

montolivo FIGC federali Tavecchio Prandelli impegni stage dubbi italia di Conte Carlo Tavecchio paletta codice Nazionale guidolin bonucci europeo under 21 venturaDue vittorie nelle prime due partite del nuovo C.T. dell’Italia Antonio Conte hanno reso felici tutti i tifosi, i giocatori, i tecnici ed i dirigenti della Nazionale e su questo non credo ci sia ombra di dubbio, ma forse qualcuno è tornato a casa meno felice degli altri…

Mi riferisco ovviamente sto riferendo al presidente della Lazio, nonché consigliere federale Claudio Lotito il quale, come riportato da vari siti e varie testate giornalistiche in questi giorni, dapprima ha subito aspre critiche per essersi presentato negli spogliatoi durante l’intervallo dell’amichevole Italia – Olanda (critiche e polemiche alle quali ha risposto di poterlo fare in quanto consigliere federale e di essere stato lì non per gli Azzurri ma per il “suo” Stefan de Vrij) e poi ha concluso questa spedizione azzurra con un siparietto molto probabilmente evitabile.

Lotito, durante il ritorno post Norvegia – Italiaè stato infatti bloccato ai controlli di sicurezza dell’aeroporto di Oslo per una bottiglia d’acqua da 1,5 litri che non voleva riporre nell’apposito cestone (come noto non si possono infatti introdurre bevande e alcolici nelle aree degli imbarchi). Le motivazioni del dirigente biancoceleste sono state principalmente due:”Serve per la mia dieta” ha dapprima esclamato infatti prima che gli uomini che scortavano la nostra Nazionale gli spiegassero la situazione. Ma anche dopo le spiegazioni la situazione non è in realtà migliora e Lotito, dopo essersi scolato la bottiglia, avvicinandosi al gate ha esclamato ancora, rimarcando il fatto che deve bere tanto: “E’ l’acqua del nostro sponsor !” (riferendosi ovviamente allo sponsor della Nazionale) quasi questa condizione gli desse dei privilegi che, ovviamente, non ha rispetto alle altre bevande.

Ma le disavventure Lotitiane non sono finite qui: sedutosi in prima fila di fianco al presidente della FIGC Carlo Tavecchio, dapprima ha girato le spalle al passaggio di Daniele De Rossi, che nei giorni scorsi aveva fatto partire aspre polemiche sulla presenza di Lotito nel gruppo dell’Italia (“Come ha detto il mister, cerchiamo di parlare il meno possibile del discorso politico. Poi ci sono miei fastidi personali, non vuol dire che siano di tutto il gruppo. Io preferisco avere meno gente possibile dentro agli spogliatoi e intorno alle zone di calcio. Mi dicono che è giusto che alcuni di questi consiglieri stiano lì, ho visto che sono 21: speriamo che non vengano tutti e 21 sennò non ci entriamo più sul pullman” le parole del centrocampista giallorosso alle quali Lotito aveva risposto di non essere solo un Consigliere Federale ma “molto di più”) , poi si è fatto pulire una mela da una hostess…

Il viaggio è finito e tornarono (quasi) tutti felici e contenti ma un dubbio rimane: cosa avrà voluto dire Lotito nel sostenere che lui è molto più di un consigliere federale? Magari alla prossima intervista, o alla prossima lista convocati dell’Italia, avremo la risposta anche a questa domanda…

Dimitri Petta

Precedente Disabili e calcio: Sampdoria,tifosi in protesta Successivo Crozza ed il lato comico del calcio...

Lascia un commento

*