Campionato da decidere: serve la contemporaneità

contemporaneità stadi 8 maggio inizia eliminazione agnelli montolivo FIGC federali Tavecchio Prandelli impegni stage dubbi italia di Conte Carlo Tavecchio paletta codice Nazionale guidolin bonucci europeo under 21 venturaSo di averlo già detto sul mio profilo Facebook e di non essere l’unico a dirlo (l’ultimo a parlarne è stato il presidente del Genoa, Enrico Preziosi sulla Gazzetta dello Sport, ndr) ma è un concetto, quello della contemporaneità nella penultima giornata, che mi trova pienamente concorde vista la situazione creatasi, che vede ancora da decidere sia la lotta per la salvezza (Empoli, Genoa e Crotone: tre squadre per due posti in A) che la lotta Scudetto (riaperta dalla Roma con la vittoria di Domenica scorsa nello scontro diretto con la Juventus).

In questa stagione e più precisamente in questo weekend, infatti, due di queste partite sono collegabili in quanto una delle contendenti per la prima posizione (Juventus) dovrà affrontare una di quelle che lottano per la salvezza (Crotone): questo porta, nel ragionamento, al bisogno di cercare lo spostamento delle gare di Roma (impegnata a Verona col Chievo) e Napoli (impegnata al San Paolo con la Fiorentina) dal Sabato negli orari ad oggi decisi, alla Domenica alle 15.

La contemporaneità darebbe probabilmente più stimoli alle squadre e “spettacolo” agli spettatori perché:

  • Se la Juventus battesse il Crotone vincerebbe lo scudetto e lascerebbe a Roma e Napoli la sola lotta per il secondo posto ma non solo. In questa situazione, un pareggio del Genoa (in casa contro il Torino) e una vittoria dell’Empoli (in casa contro l’Atalanta) chiuderebbero la lotta salvezza facendo retrocedere i calabresi.
  • Se la Juventus pareggiasse contro gli uomini di Nicola, il Napoli sarebbe fuori da ogni gioco mentre la Roma potrebbe tenere viva la stagione sino all’ultima giornata vincendo. Nelle zone basse della classifica una vittoria di Empoli e Genoa toglierebbe dalla lotta salvezza solo i liguri (in vantaggio negli scontri diretti con entrambe le dirette avversarie. L’Empoli è invece in svantaggio sul Crotone negli scontri diretti a causa della differenza reti nelle due sfide).
  • Se la Juventus perdesse coi calabresi, infine, la lotta scudetto sarebbe virtualmente ancora a tre con le vittorie di Napoli e Roma. La lotta retrocessione non darebbe certezze a nessuno anche nel caso in cui toscani e liguri vincessero le rispettive gare.

 

Nulla è quindi da dare per scontato in ogni senso e la contemporaneità, a conti fatti, non è auspicabile ma è l’unica, forse tardiva, soluzione per non rischiare che si parli successivamente di irregolarità nel finale di campionato.

Dimitri Petta

Lascia un commento

*