L’Albania “calcistica” continua a parlare italiano

albaniaIn pochi mesi la panchina dell’Albania è passata dal perdere il c.t. della storica qualificazione agli ultimi Europei, Gianni De Biasi, ed il suo vice, Paolo Tramezzani (passato ad allenare prima il Lugano e poi il Sion nella massima serie elvetica) al cercare e trovare, sempre nel nostro Paese, il suo nuovo occupante: l’ex difensore ed ex allenatore di Livorno e Ternana, Christian Panucci.

Il presidente della federazione albanese, Armando Duka, ha spiegato, in sede di presentazione del nuovo tecnico, di essere convinto che nonostante la sua modesta esperienza in panchina, l’allenatore italiano potrà aiutare la Nazionale a raggiungere il prossimo obiettivo.

Mondiali 2018? No, quello viene considerato, almeno stando alle parole del numero uno federale, un obiettivo ormai troppo complicato da raggiungere (l’Albania è nello stesso girone dell’Italia e della Spagna che ormai sembrano giocarsi l’accesso diretto alla competizione: mentre la prima del girone sarà certa di avere un posto nella prossima competizione mondiale, la seconda classificata dovrà infatti affrontare i Playoff e la classifica, dopo sei giornate, recita Spagna e Italia 16, Albania e Israele 9, Macedonia 3 Liechtenstein 0).

Non ignorando le evidenti difficoltà, il nuovo commissario tecnico ha parlato dei prossimi impegni, legati alle qualificazioni per la competizione iridata, definendoli partite importanti che serviranno a costruire la squadra in vista delle gare che varranno la qualificazione ad Euro 2020.

L’Albania punta quindi decisa verso i prossimi Europei, i primi ad essere ospitati da più città/paesi e senza nazionali qualificate di diritto, cercando di ripetere la storica qualificazione regalatagli dall’ex tecnico del Torino.

L’Albania del calcio continua quindi a parlare italiano; in bocca al lupo a mister Panucci ed al suo staff.

Dimitri Petta

Lascia un commento

*